facebook          Linkedin          instagram         
IT
EN
20/11/2020

I RISCALDATORI ELETTRICI

metapavia macchine agricole, per l'edilizia e i cantieri

Per asciugare le pareti sul cantiere e lavorare al caldo, i riscaldatori da cantiere sono essenziali.
A gas, a combustibile o elettrici, vengono scelti in base alla loro capacità di riscaldamento, al volume da riscaldare e se la diffusione del calore avviene con aria soffiata o all’infrarosso.
Un riscaldatore elettrico per cantiere ha un funzionamento semplice e molto spesso è costituito da un cannone ad aria calda che spinge l'aria riscaldata da una resistenza di potenza variabile da dimensionare in base al volume da riscaldare.
I cannoni ad aria calda, noti anche come riscaldamento ad aria forzata, sono generalmente di forma cilindrica e la loro potenza varia da 1,5 kW a oltre 9 kW circa per i più potenti riscaldatori ad aria forzata.
Il ventilatore ha più velocità di riscaldamento e la macchina è dotata di un termostato (per un calore costante) ed uno anti surriscaldamento. La portata dell'aria è variabile ed è compresa tra 400 m3/h e 1000 m3/h- in funzione della potenza.
Il vantaggio principale di un riscaldatore da cantiere elettrico è la sua semplicità di funzionamento e la sua autonomia - è ideale per una esposizione al freddo in un cantiere. L'inconveniente è che quelli più potenti sono alimentati da una corrente trifase da 380 V e quindi è necessario disporre di energia elettrica - con possibilità di alimentazione con un gruppo elettrogeno. Il loro peso varia tra 5 e 20 kg.
Riscaldamento per cantiere con combustione diretta:
I riscaldatori da cantiere a combustibile sono i più potenti, i più ingombranti e i più pesanti. I riscaldatori a combustione diretta (vietati negli uffici pubblici e dove ci sono animali) consentono il riscaldamento di grandi volumi. Questi riscaldatori hanno un'ottima efficienza (100%) e sono mobili, solitamente dotati di ruote. Possono essere dotati di un camino per evacuare i gas di combustione. La loro potenza varia da 20 kW a oltre 100 kW e sono dotati, come i riscaldatori elettrici, di un termostato. I riscaldatori a combustibile sono adatti per riscaldare magazzini, siti aperti, serre, ecc. Alcuni modelli possono essere collegati a un serbatoio di carburante indipendente. Non sono consigliati per la deumidificazione di cantieri perché producono umidità durante la combustione. Il ventilatore funziona a corrente.
Riscaldamento per cantiere con combustione indiretta:
I riscaldatori a combustione indiretta hanno il vantaggio di essere silenziosi e inoltre la fiamma prodotta è separata dall'uscita dell'aria.
Il riscaldatore può essere posizionato all'esterno della struttura da riscaldare e l'aria calda spinta attraverso un tubo flessibile. Sono adatti per l'asciugatura di cantieri o per combattere il gelo e possono avere un termostato ambiente opzionale, un orologio o un timer. Il flusso d'aria dei riscaldatori a combustibile più potenti supera facilmente i 5000 m3/h. La loro efficienza è inferiore - circa 90% - e i più potenti riscaldano volumi fino a 1000 m3. L'aria soffiata dalla ventola funziona con la corrente elettrica. Il volume da riscaldare (espresso in m3) viene calcolato in modo semplice moltiplicando l'area della superficie espressa in m2 per l'altezza in metri. Tuttavia, occorre tener presente che i riscaldatori da cantiere sono fatti per essere utilizzati in spazi aperti, scarsamente isolati e mai dello stesso volume. Per un rapido calcolo, 1 m2 richiede 100 Watt ossia 1 kW = 10 m2.
La loro potenza di riscaldamento viene espressa in chilocalorie (Kcal) e la differenza di temperatura da raggiungere tra l'aria esterna e le parti interne ha un rapporto di circa 1000 Kcal per ogni grado da ottenere. Per prevedere una temperatura di 18° in un ambiente ventilato, 18.000 Kcal è il minimo di cui devi disporre.
I sistemi di riscaldamento ad aria forzata distribuiscono meglio il calore nello spazio e in modo più  uniforme.
5 consigli per scegliere bene un riscaldatore da cantiere:
1) Stabilire bene la potenza calorifica espressa in Kcal in base alle temperature e ai volumi da riscaldare.
2) Scegliere un riscaldatore a combustione indiretta se è necessario riscaldare ambienti con persone o animali oppure scegliere un riscaldatore elettrico.
3) A parità  di caratteristiche e di potenza riscaldante scegli un riscaldatore leggero e con alcuni optional come un timer o un orologio.
4) Considera che i riscaldatori a combustibile o a gas sono autonomi (eccetto i modelli con ventilatore ad aria forzata) e che non richiedono un collegamento elettrico per funzionare a differenza dai riscaldatori elettrici.
 5) Analizza le tue esigenze soprattutto se hai bisogno di un riscaldatore per asciugare delle stanze - utilizzo sconsigliato per i sistemi di riscaldamento a combustione diretta.

07/10/2020

DEUMIDIFICATORI INDUSTRIALI AD ADSORBIMENTO

metapavia macchine agricole, per l'edilizia e i cantieri

I nostri robusti deumidificatori ad elevate prestazioni garantiscono una deumidificazione efficace con elevate capacità, anche con punti di rugiada bassi.

 

Le possibilità d'impiego di questi deumidificatori industriali ad adsorbimento sono altrettanto variegate quanto la loro ampia dotazione di serie e i numerosi ampliamenti opzionali di dotazione con i quali i dispositivi possono essere ottimizzati quasi su misura per ogni esigenza.

Molteplici possibilità d'impiego

 

  • pre-deumidificazione dell'aria di trasporto per il mantenimento del flusso e della scorrevolezza dei prodotti igroscopici in sistemi di stoccaggio, trasporto e dosaggio
  • deumidificazione dell'aria di processo per turbine a gas e regolazione dell'umidità nelle stazioni di distribuzione del gas
  • tenuta del ghiaccio in gallerie di congelamento e celle frigorifere
  • deumidificazione o essiccazione dell'aria di processo nei settori dell'industria chimica e farmaceutica, dell'industria elettronica e dei semiconduttori o dell'industria alimentare
  • impedimento della formazione di condense oleose, dell'alterazione di materiale o delle agglutinazioni da granulato durante la lavorazione delle plastiche
  • essiccazione dell'aria di processo e deumidificazione degli impianti nell'industria siderurgica
  • mantenimento dell'aria secca e controllo del punto di rugiada in magazzini frigoriferi
  • mantenimento dell'aria secca di dispositivi per il trattamento dell'acqua e impianti pompe
  • condizionamento del clima di depositi di munizioni o depositi di attrezzature di difesa
  • deumidificazione dell'aria e controllo del punto di rugiada in locali ultrapuri e sale di essiccazione
  • condizionamento del clima in magazzini ad aria secca o in capannoni per il deposito del legno
Per informazioni di noleggio contattaci al numero 0383 365544.

LINK

08/09/2020

L'IMPORTANZA DI UN AMBIENTE PRIVO DI VIRUS NELLE SCUOLE E NEGLI ISTITUTI DI FORMAZIONE

metapavia macchine agricole, per l'edilizia e i cantieri

Un riavvio sostenibile del regolare funzionamento della scuola richiede anche l’adozione di misure igieniche di comprovata efficacia per garantire nelle classi un’aria respirabile che sia priva di virus. Qui, il coronavirus SARS CoV-2 rappresenta un’enorme sfida per gli insegnanti, il personale di pulizia e i presidi delle scuole. Anche una regolare disinfezione con metodi spray e a strofinamento, infatti, non protegge da questo virus, che si diffonde non tanto per contatto e infezione da goccioline quanto piuttosto direttamente attraverso l’aria degli interni. Per proteggere alunni e personale, sono necessarie quindi misure di comprovata efficacia, per ridurre affidabilmente il rischio d’infezione a trasmissione aerea.
Virus e batteri responsabili di malattie sono un pericolo invisibile in ogni edificio scolastico. Gli agenti patogeni sopravvivono a volte per diverse ore nell’aria degli ambienti e durante questo lasso di tempo rappresentano per i presenti un potenziale rischio per la salute ad ogni respiro. Gli studi recenti hanno dimostrato che il virus della Sars-CoV-2, ad esempio, sopravvive nell’aria per diverse ore, mantenendo durante questo arco di tempo la sua efficacia infettiva.
Il virus viene introdotto nell’aria della stanza mediante gli aerosol emessi durante la respirazione e con il parlare. I virus infettivi si attaccano a queste minuscole particelle e gli aerosol carichi di virus fluttuano nell’aria grazie al loro peso ridotto e vengono inalati senza essere notati da altre persone presenti nella stessa classe, come i compagni o gli insegnanti.
Dimezzare la quantità di persone nelle classi non protegge dall’aria contaminata da virus.
In tempi di epidemie dilaganti, ridurre la quantità di persone nelle classi è una componente elementare dell’adozione di misure igieniche. Ma indipendentemente da quanto piccoli siano i gruppi separati di alunni, la diffusione del virus per via aerea non viene impedita. L’uso stesso di mascherine di protezione per naso e bocca protegge qui solo dall’effetto "spray virale" scaturito direttamente dalla bocca, ma non dagli aerosol carichi di germi che vengono rilasciati nell’aria della stanza quando si parla e si respira, e che continuano a fluttuare liberamente e per diverse ore sotto forma di nuvole di aerosol.
Adozione di misure igieniche a 360 gradi per insegnanti e alunni
Solo una soluzione complessiva e sincronizzata, composta da tutte le misure igieniche e in più una depurazione dell’aria ad alta frequenza, riduce il rischio di infezione in modo affidabile e permanente. Pertanto, per proteggere studenti e insegnanti, non basta affidarsi unicamente alla separazione degli spazi, alle mascherine di protezione per naso e bocca e ai lavaggi più frequenti delle mani. Gli aerosol nell’aria della sala non conoscono norme di distanziamento – quali potenziali veicoli virali sono la vera fonte del pericolo!
Principio efficace di depurazione dell'aria che si respira
Le nuvole di aerosol infestate dal virus, invisibili ad occhio nudo, si diffondono per diversi metri all'interno della stanza e attraversano gli interni proprio come delle nebbie. I depuratori d'aria Meta Airplus aspirano l'aria potenzialmente contaminata in grandi volumi vicino al pavimento, filtrano dall'aria quindi in un batter d'occhio praticamente tutti i virus e le particelle sospese e reimmettono nell'ambiente aria pulita e filtrata dai virus. Questo processo diluisce, direttamente con grandi quantità di aria pulita, le nuvole di aerosol che si formano direttamente all'altezza della respirazione dei presenti, e in questo modo la carica virale e il rischio di infezione vengono significativamente ridotti!

 

Fonte: https://it.trotec.com/applicazioni/depurazione-dellaria-da-polveri-e-virus/aria-ambiente-priva-di-batteri-e-virus-nelle-scuole/

2018 © M.E.TA. Srl Via Strada Nuova n.28 - 27050 Codevilla (PV) - Tel.0383.365544 - Fax 0383.49702 Cap.Soc.€.49.400,00 int. vers.l Reg.Impr.di Pavia l Codice Fiscale / Partita IVA N.00495930182
NOTE LEGALI & PRIVACY - POLITICA DELLA QUALITA' - INFORMATIVA DATI PERSONALI